• Psa Evolution

Staffe freni pinze 4 pompanti: indicazioni base

Aggiornato il: gen 11

Le indicazioni più importanti per il corretto staffaggio delle pinze 4 pompanti sulle piccole francesi e non solo, con particolare riferimento ai modelli più comuni di primo equipaggiamento Brembo.

In questi ultimi anni stiamo ricevendo una quantità crescente di richieste per la fornitura di staffe freno per il montaggio di pinze freno 4 pompanti, in particolare modelli Brembo di occasione di diverse provenienze (Alfa Romeo, Lancia, Renault, etc...), facilmente acquistabili a basso costo.


Di seguito troverete alcune indicazioni utili per questo tipo di trasformazione: la scelta della pinza, le staffe, cerchi di riferimento, etc.


Parametri rilevanti

Di seguito i principali parametri da prendere in conto per verificare la fattibilità del montaggio e la costruzione di una staffa di montaggio affidabile.

Per comodità prenderemo come riferimento il pivot Saxo con interasse fori attacco pinza 82 mm.
Quindi questi riferimenti sono validi quindi per Saxo, 106, 205, 206, 306, 307, C2, R5, Clio 1800 e Williams e altre vetture con lo stesso valore di interasse.

Nella foto interasse fori attacco pinza Saxo.


1) Tipo pinza: radiale o non radiale

Per le trasformazioni a 4 pompanti è sempre buona cosa prediligere pinze freno radiali.

Il vantaggio della pinza radiale risiede nel fatto che modificando le quote della staffa di supporto possiamo più facilmente adattarci al disco freno di riferimento piuttosto che evitare interferenze con il cerchio o altri elementi. Ma soprattutto possiamo scegliere con molta libertà la misura del disco freno.

Una pinza non radiale è semplice da montare (se gli interassi corrispondono perfettamente con quelli del pivot), ma ci obbliga ad una sola scelta di disco freno.

E' vero che anche con pinze non radiali è possibile spostarsi attraverso la costruzione di apposite staffe freno ma nella maggioranza dei casi ci si complica la vita e si è obbligati a realizzare staffe a 4 fori sullo stesso piano che, nella maggior parte dei casi, non soddisfano pienamente i corretti standard di robustezza/rigidità.

Per queste ragioni psa-evolution non produce staffe per pinze non radiali.

Ci concentreremo da questo momento a considerazioni su pinze radiali.


Esempio di pinza radiale: Brembo derivazione Renault Clio RS3, montabile su Saxo/106 con dischi freno da 280 a 330 mm.



Esempio pinza non radiale: Peugeot 406 Coupe, montabile su Saxo con dischi freno 283 mm.


2) Interasse fori della pinza

L'interasse fori della pinza è la distanza che intercorre dal centro dei due fori di ancoraggio della pinza alla staffa o al pivot.


Nella foto interasse pinza freno Brembo Clio RS3.


E' bene che questa misura differisca in maniera rilevante dall'interasse fori del pivot.

Ad esempio, con riferimento a Saxo, un interasse pinza 100 mm è da evitare in quanto le viti di ancoraggio della pinza sulla staffa andranno in interferenza con le viti di ancoraggio della staffa sul pivot Saxo poichè queste ultime lavorano su un piano perpendicolare e il pivot ha interasse fori 88 mm (molto vicino a 100 mm). Il problema è risolvibile soltanto allontanandosi dal mozzo ruota (saremo quindi obbligati ad aumentare il diametro disco freno) in modo tale da ricavare più spazio per aggiungere materiale alla staffa.


Le pinze freno Brembo di derivazione stradale hanno quasi sempre interasse 130 mm e non pongono quindi problemi nel montaggio sui pivot Saxo a interasse 82 mm.


Nella foto staffa freno per pinza Brembio Clio RS3, montaggio Saxo con disco 283 mm.

Le due coppie di viti, passanti sui due piani perpendicolari, sono ben distanti.



Un problema legato alla mancata distanza tra i due interassi sorge ad esempio con il montaggio di pinze con interasse 130 mm sul pivot della Clio RS2 che ha circa 145 mm di interasse. Per questa ragione produciamo staffe per questo tipo di applicazione solo con dischi freno da almeno 325 mm. Al di sotto di questa misura non abbiamo modo di costruire staffe che, secondo i nostri parametri, sono sufficientemente sicure.


Nella foto staffa freno con interasse fori pinza e pivot molto vicini.




3) Dimensioni del corpo pinza

E' un parametro importante soprattutto in relazione al cerchio di riferimento. La maggioranza delle trasformazioni per cui ci viene inoltrata richiesta ha come cerchio misura cerchio 15 pollici.

Come criterio di massima le pinze che hanno una lunghezza superiore al corpo pinza della Brembo Clio RS 3, ossia circa 24,5 cm, sono difficili da montare nei cerchi da 15 pollici.


Alcune pinze freno di primo equipaggiamento Brembo eccedono questa misura (esempio pinza Brembo Fedra o Alfa 159 "modello grande" con disco di serie 330 mm) e richiedono cerchio minimo 16 pollici .



4) Pastiglia freno a altezza della pista frenante

Un parametro spesso trascurato è l'altezza della pastiglia freno. E' un dato importante perchè determina la misura minima dell'altezza della pista frenante del disco e quindi anche il diametro minimo del disco freno.

Per fare un esempio la pinza Brembo Clio RS3 monta Ferodo FCP1661, pastiglia la cui altezza è pari a circa 52 mm.


Questa misura è compatibile con dischi freno da 283 mm che ha un pista frenante utile di circa 55 mm.


La pinza Alfa 159 "modello grande" monta invece la Ferodo FCP1334 che ha un'altezza di circa 62 mm. Con questa altezza pastiglia non è più possibile montare dischi freno da 283 mm perchè la pastiglia fuoriesce dalla pista frenante e si è quindi obbligati a passare alla misura commerciale successiva del disco freno da 302 mm (chiaramente con dischi su campana in ergal su misura potremmo anche produrre misure intermedie).


5) Spessore disco freno

Tutte le pinze freno non hanno solo uno spessore massimo del disco freno ma anche uno spessore minimo. Indicativamente gli spessori corretti per la maggioranza delle Brembo già citate sono di 26 e 28 mm. E' possibile anche dei dischi freno con spessori inferiori ma, per evitare problemi di uscita dei pistoncini dalle sedi, è bene evitare di arrivare al fine vita della pastiglia freno o usare delle schermature termiche che facciano da spessore (vedi foto seguente).



6) Conclusioni

Il montaggio di un impianto freni maggiorato partendo da una pinza di occasione non è cosi banale come molti pensano.

Benchè la maggioranza delle pinze Brembo che vengono acquistate usate abbiano interasse 130 mm, esistono diversi modelli di pinza che richiedono staffe differenti.


Per l'acquisto delle staffe a catalogo sul sito psa-evolution è bene seguire queste indicazioni:

- se siete sicuri che la vostra pinza corrisponda alla pinza indicata dal nostro catalogo (controllare la galleria foto che spesso riporta misure accurate e controllare i codici ove siano presenti sul nostro sito) e conoscete con esattezza il modello del disco freno (non basta il diametro ma anche spessore e altezza disco) è possibile un acquisto con poche possibilità di errore

- in tutti gli altri casi la scelta migliore è spedirci la vostra pinza freno (una pinza è sufficiente) e un disco freno (nel caso in cui non dobbiamo produrlo noi). Effettueremo gratuitamente una prova di montaggio su pivot e si avrà la certezza che la staffa sia corretta. Nel caso ci siano dubbi in merito all'ingombro nel cerchio in lega, è bene spedirci anche un cerchio. Verificheremo, con prova di montaggio, la compatibilità con l'impianto frenante e il bisogno o meno di un distanziale ruota.


Nelle foto prova di ingombro pinza freno Clio RS3 su pivot Peugeot 106 con cerchio Speedline 434 misura 6,75x15 e dischi 26x283 mm. In questo caso è necessario un distanziale ruota di circa 10 mm per evitare una interferenza con la razza del cerchio.





339 visualizzazioni

SUBSCRIBE VIA EMAIL

© 2023 by Salt & Pepper. Proudly created with Wix.com